ALLA RICERCA DEL DIO SENZA CROCE

Poesia, dal greco poiesis, rimanda alla idea di creazione, creatività, ad un’attività demiurgica.
Non può esistere creazione senza ordine, né ordine senza disordine, tanto meno una realtà che non fondi il suo ternario su questo paradosso duale.
Tecnica e spontaneità, metodo ed ispirazione, devono riunirsi per poter generare un processo creativo.
Nessuna forza esclusivamente maschile è in grado di generare, così come il femminino necessita del mascolino per realizzare la grande opera.

È inoltre vero che non esiste un significato senza una coscienza che sia consapevole di quel senso: per questo la creazione di un significato deve tener conto di entrambe le componenti, quella razionale e quella irrazionale, apparenti dualità che si celano dietro un’unità insondabile.

Per Valentino Vannozzi il significato di una poesia non è paragonabile a quello di un brano di prosa; esso è solo una parte della comunicazione che avviene quando si legge o si ascolta un suo lavoro: l’altra parte non è verbale, ma emotiva, irrazionale…

VAI ALLA PAGINA UFFICIALE DI “ALLA RICERCA DI UN DIO SENZA CROCE”

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...