IL BALLO DI DIONISIO

Dove siete?
Dove vi siete nascosti?
Dove sono le vostre tombe?
Cosicché io possa venire,
per tirarvi fuori,
anche con la forza, se serve.
Dove siete?
Maledetti, poeti, maledetti.
La mia voce è finita per il lungo urlare,
perché non rispondete al richiamo?
Venite, venite ad incontrarmi,
comprerò vino e oppio per voi,
faremo festa per giorni interi.
Ci saranno cibi deliziosi
preparati dalle mani degli dei,
musici da tutto il mondo,
fanciulli dorati
che danzeranno nudi
al ritmo dei tamburi
e quando verrà notte
il diavolo ci illuminerà
con le sue fiamme
e vedremo
angeli delicati e demoni con occhi di rubino.
Grandi orge per il vostro gusto.
Venite,
maledetti, poeti, maledetti;
vi prometto che anche Dioniso
benedirà la nostra festa.

V.V.

Estratta dal libro “Alla Ricerca del Dio Senza Croce” edito da: Edizioni Willoworld

Annunci

Una risposta a “IL BALLO DI DIONISIO

  1. Pingback: AL DIO DI OSSA FRAGILI « RIVOLUZIONE CREATIVA·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...