LA RAGAZZA CIECA

la-ragazza-cieca

C’era una volta una ragazza di rara bellezza che aveva tutto quello che si potesse desiderare; una famiglia che l’amava, una grande casa sul mare, amici affettuosi e un ragazzo dal cuore d’oro che le voleva molto bene e le stava sempre vicino. Purtroppo però la ragazza era cieca, e malgrado tutto il bene che le veniva dato, era molto infelice perché odiava se stessa e la sua cecità.
Un giorno disse al suo ragazzo: “Sei la persona più bella che conosca, e se non fosse per la mia cecità ti sposerei subito. Ma mi odio troppo per concedermi a te. Se un giorno potessi vedere il mondo, sarei orgogliosa di essere la tua sposa.”

Il giorno dopo il dottore di famiglia disse alla ragazza che qualcuno le aveva donato un paio di occhi. Si preparò tutto il necessario per il trapianto e poche ore più tardi era tutto finito, e l’operazione perfettamente riuscita. La ragazza però avrebbe dovuto attendere qualche giorno prima di togliersi le bende.

In trepida attesa, vagava per le ampie stanze della sua casa in compagnia del ragazzo, che le stava sempre vicino. Sentiva il profumo del mare e non vedeva l’ora di poter mirare i suoi mille riflessi azzurri. Insieme al suo amore, iniziò a fare progetti per il matrimonio. Intanto, attraverso le bende, incominciava a percepire le ombre e le luci.

Una splendida mattina di sole il dottore le tolse le bende e per la prima volta la ragazza vide il mondo attorno a se, ed era bellissimo.
Vicino a lei c’era sempre il ragazzo, che le stringeva la mano.
“Adesso puoi vedere, mio amore, e insieme vivremo per sempre felici e contenti” disse lui. Allora la ragazza lo guardò per la prima volta e vide che due lunghe cicatrici gli deturpavano il volto, ed era privo di occhi. Rimase così sconvolta che gli disse di allontanarsi immediatamente e che le nozze erano annullate.
Il ragazzo andò via in lacrime, ma prima di lasciare per sempre la casa della sua amata, riuscì a scrivere un biglietto e a lasciarlo sul tavolo del soggiorno.

Quando la ragazza vide il messaggio e lo lesse, tutta la felicità di cui era ricolma si prosciugò in un solo attimo. Nel biglietto vi era scritto: “Prenditi cura di te e dei tuoi occhi, mio amore, che prima che ti appartenessero erano i miei.”

Adattamento e traduzione dall’inglese di un storia anonima – Willoworld

Annunci

2 risposte a “LA RAGAZZA CIECA

  1. Pingback: LA RAGAZZA CIECA « WILLOWORLD HOMEPAGE·

  2. Pingback: L’ORFANOTROFIO DELLE STORIE 2.0. « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...