IL RE DELLA VAGHEZZA

il-re-della-vaghezza

Sono il Re della Vaghezza
Prendo il mondo in leggerezza
Mi spaventan solamente
Le certezze della gente

Fischio acuto da fringuello
Io mi sento un menestrello
Vola via il mio pensiero
Che sia falso oppure vero

Salta sopra questa giostra
Quel che hai mettilo in mostra
Sia reale oppure gioco
A me certo importa poco

Io non ho punti di vista
Scrivo solo quel che ho in testa
Se mi capita una svista
Sono matto, punto e basta

Non mi prender seriamente
Che confusa é la mia mente
Sulla lingua ho una battuta
Se non esce é dispiaciuta

La parola é una fetente
Dice tutto e dice niente
Se ti fermi ad ascoltare
Non ti devi far fregare

Che l’inganno dell’orecchio
É un malanno assai vecchio
La spia d’ogni tenzone
É una grande incomprensione

Dal verbo si passa ai fatti
Per me son tutti matti!
Non c’é comparazione
Tra la parola e l’azione

L’offesa resta offesa
Per chi l’ha data e chi l’ha presa
Ma l’affondo di un pugnale
Ti spedisce all’ospedale

Dai retta a me, sorridi
Con le parole non uccidi
Metti da parte la fierezza
Saluta il Re della Vaghezza.

Annunci

2 risposte a “IL RE DELLA VAGHEZZA

  1. Pingback: IL RE DELLA VAGHEZZA « WILLOWORLD HOMEPAGE·

  2. Pingback: LETTURE SOGNANTI « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...