LE TRE CARAFFE

98928278_66cde28fae_o

Il vecchio piumato continuava ad osservarmi, in bilico su una sola zampa, con le spalle rivolte al tempio ed il becco all’insù, come se stesse annusando il vento.
– Hai riempito le tre caraffe oggi? – domandò ad un tratto.
– Le tre caraffe? –
– Mente, cuore e corpo… le hai riempite, ragazzo? –
– Vecchio, non ho la più pallida idea di cosa stia dicendo. –
Allora il vecchio ricoperto di piume (e ne aveva di tutti i colori, credetemi!) si mosse e mi venne incontro, scendendo i gradini del tempio con le sue due gambine magre. Si avvicinò così rapidamente che i miei occhi fecero fatica a metterlo a fuoco.
– Le tre caraffe… – ripeté, e mi toccò in tre punti, sulla fronte, sul petto e sopra l’inguine. Le sue dita erano gelide. Le sue piume puzzavano di humus. – Riempile e svuotale, di continuo, e nel svuotarle riempi quelle degli altri, di chi ti è vicino. Non farle traboccare, e vivrai una vita degna, tutto qui. – Poi si voltò e prese il volo.
Avevo fatto così tanta strada per arrivare al tempio che d’improvviso la stanchezza mi fece vacillare. Caddi per molte ore, o forse sognai solo di cadere. Quando riaprii gli occhi mio figlio più piccolo mi stava porgendo un bicchiere vuoto, quello del succo d’arancia, e mi sorrideva con due abissi negl’occhi.

Annunci

Una risposta a “LE TRE CARAFFE

  1. Pingback: LE TRE CARAFFE « WILLOWORLD·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...