L’INERZIA

INERZIA

Illustrazione di Giulia Tesoro – Vedi altri lavori

INERZIA
di Bruno Magnolfi

Alterando quasi tutte le percezioni dei sensi, la febbre aveva dato il suo apporto stravagante alle cose. Lui barcollando si era alzato dal letto per bere un po’ d’acqua, in realtà solo perché odiava farsi fare l’iniezione rimanendo sdraiato. Lei lo aveva guardato un momento continuando a parlare al telefono e spiegando con voce flautata dettagli di qualche faccenda relativa al lavoro. Poi aveva abbassato la cornetta e dopo una pausa era tornata a guardarlo di nuovo. “Dovremmo far tornare il dottore”, aveva detto in maniera decisa ma in modo un po’ impersonale. “Non potrebbe certo dire molto di più”, aveva risposto lui senza guardarla. Poi lei aveva preso con calma la fiala da dentro la scatola, e riempito la siringa di liquido bianco e vischioso. Lui si era appoggiato a una sedia e lei senza parlare gli aveva velocemente fatto l’iniezione più o meno nella solita zona di pelle di tutte le altre. Lui aveva fatto una smorfia, come sempre faceva, poi aveva detto: “questa completa dipendenza da te mi fa sentire una larva”. Poi si era voltato per tornarsene a letto. Lei senza parlare aveva messo via tutto quanto, aveva indossato la giacca, poi si era affacciata alla stanza. “Esco”, aveva spiegato. E lui di rimando: “Forse, se tu fossi più furba, non torneresti neanche…”.

Altri lavori di Bruno Magnolfi

Entra in Rivoluzione Creativa – Crea insieme a noi!

Annunci

3 risposte a “L’INERZIA

  1. Pingback: L’INERZIA « WILLOWORLD·

  2. Pingback: I SALTINBANCHI DELL’ETERE « WILLOWORLD·

  3. Pingback: I SALTINBANCHI DELL’ETERE « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...