CARNI E ACCIAIO

Qui. Da sola.
Mi isola il contagio
del tuo cuore irrancidito.
Nella carcassa dei miei pensieri
che attira gli sciacalli.
Li spinge a rovistarmi fino
all’osso.

Mai più posso naufragare
sull’isola delle mie speranze,
illuminate dalla luna.

Alle nostre paure
lascio spalancate le porte.
Tu sulla soglia
deponi l’abbandono
e le armi per difendermi,
ma da preda.

Non c’è violenza
nel pallido metallo
del colore di luna:
duro, affilato.

Esperta di carezze
accolgo la canna del revolver,
lascio che mi penetri
la bocca.

Alla fine provo una passione:
il sentimento dell’acciaio limpido.
Quel colpo ama solo me.


Dario De Giacomo – Altri Lavori

ENTRA IN RIVOLUZIONE CREATIVA! CREA INSIEME A NOI.

Annunci

Una risposta a “CARNI E ACCIAIO

  1. Pingback: LETTURE NELLA CITTÀ VECCHIA « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...