MOLESKINE

Annoto impressioni sul mio taccuino.
Un compagno di viaggio che sa tutto di me: agglomerati di parole, frasi che preferisco.
Mi sento come fossi senza geografia, ma con molti significati.
Salto da un paesaggio ad un passaggio: non cerco di indovinare la fine della strada, da poco ho iniziato a calpestarla, condotta dall’intuito.
Né rileggo le idee centrali che mi avvicinano alla realtà.
La mia identità non è parvenza, solo azioni possibili, nutrite di possibilismo.
Mi nutro di pensieri, ne traggo piacere, per quella complessità che obbedisce ad un disegno invisibile.
Come quel sottile solletico interiore che danno le verità rivelate attraverso l’immaginazione.
Nessuna fretta, nessun programma, il destino deciderà.
Moleskine.

Parole di Morgendurf

Immagine di Willoclick

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

Annunci

Una risposta a “MOLESKINE

  1. Pingback: LETTURE VESTITE DI BIANCO « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...