EROE PER SCOMMESSA: Seconda Parte

Continua da ieri

EROE PER SCOMMESSA Pt II
di GM Willo

Un messaggero a cavallo avvistò Numeon e il ragazzo a un paio di leghe dalla città e andò loro incontro. Il mago spiegò all’uomo le ragioni della sua missione e questi fece subito dietrofront, dirigendosi verso il palazzo della regina Aliana, per annunciare il loro imminente arrivo. Quando i due scavalcarono l’ultima collina, videro in lontananza gli stendardi sopra le mura della capitale, e una folla che li attendeva nei pressi della porta principale.
Numeon aveva provato nuovamente a scoprire qualcosa di più sul giovane, ma non era riuscito ad apprendere più di quello che già sapeva. Il ragazzo ignorava il motivo per cui la regina era così interessata a lui. Era solo il figlio di un contadino del nord, con un unico nome, Symion, e con una storia di pecore, campi coltivati a grano e feste mondane. La regina e il suo seguito erano giunti all’inizio dell’estate al villaggio in cui abitava. Aliana aveva parlato ai suoi genitori in privato e il giorno dopo tutto era stato deciso; Symion l’avrebbe seguita al castello. Davanti ad una richiesta tale il ragazzo non avrebbe mai potuto tirarsi indietro, così, senza fare domande, aveva lasciato il villaggio. Ma anche a lui sarebbe piaciuto sapere qualcosa di più sulle ragioni che avevano spinto la regina a visitare la sua casa. Gli era stato semplicemente detto che era un ragazzo speciale, e che al castello avrebbe imparato le maniere della gente nobile e l’arte della spada. Il suo apprendistato era appena incominciato quando gli uomini di Gudran lo avevano rapito. L’unico particolare che distingueva Symion era un segno sulla pelle, all’altezza della scapola, una specie di voglia a forma di ancora, ma talmente scura da assomigliare a un tatuaggio. Numeon l’aveva intravisto il giorno prima, quando si erano fermati presso un ruscello per rinfrescarsi. Il ragazzo si era tolto la veste polverosa e al mago non era sfuggito il piccolo disegno scuro sulla cute.
– Hai chiesto alla regina se il suo interesse per te aveva qualcosa a che fare con la macchia che porti sulla schiena? – chiese Numeon, sapendo di avere ormai poco tempo per risolvere quell’enigma.
– Si, l’ho fatto, – rispose il ragazzo – ma lei mi ha assicurato che non c’entra.
– Qualcosa però deve averti pur detto… – incalzò il mago. Symion scosse lentamente la testa e non rispose. C’era qualcosa di strano in quel ragazzo, Numeon l’aveva intuito subito. Di solito i giovani sono sempre avventati, curiosi, parlano di continuo oppure si chiudono in un silenzio ribelle. Sono vivaci, testardi, sfuggenti. Anche lui era stato così. Symeon invece non era niente di tutto ciò. I suoi sguardi, i suoi gesti, le sue poche parole, trasmettevano una sensazione di distacco. Non diceva mai più di quello che era necessario, e poi la paura sembrava essergli aliena. La vista della salamandra non l’aveva minimamente turbato, e quando Numeon lo aveva trovato nella cella del covo di Gudran, era rimasto impassibile. Il mago era ormai certo di una cosa; nonostante Symeon ignorasse il motivo per cui la regina lo aveva adottato, quella macchia che portava sulla schiena doveva essere per forza la chiave. Se fosse riuscito a scoprire il suo significato, il mistero dietro la presenza di quel ragazzo al castello sarebbe stato svelato. Ormai era diventata una sfida, come una delle tante scommesse da taverna che era solito fare con gli avventori.
Una schiera di cavalieri cinturava la folla che attendeva alle porte della città. Tra i riflessi delle lance e delle armature, Numeon riuscì a distinguere la portantina reale, ma non la regina che sicuramente vi sedeva all’interno, dietro le spesse tende di velluto cremisi. Un’accoglienza del genere non se l’era aspettata. La parte più vanitosa di sé si crogiolò all’idea di un’entrata trionfale, ma il sospetto s’insinuò improvvisamente nella sua mente, richiamato da un sesto senso nascosto, un amico che più di una volta gli aveva salvato la pelle. C’era qualcosa di strano in quella messinscena. Di colpo un formicolio alla nuca, proprio sotto il cappello, lo avvertì che non poteva fidarsi della regina.
Dalla prima linea di cavalieri si staccarono quattro elementi che vennero loro incontro. Era un rituale di benvenuto, sicuramente, eppure qualcosa non tornava. In meno di cinque minuti li avrebbero raggiunti. Numeon doveva decidere in fretta. Si guardò intorno. Gli uomini stavano già risalendo la collina. Su entrambi i lati della via maestra i campi erano coltivati a vitigni, ma a destra questi si interrompevano laddove incominciava un boschetto di tigli. Poteva raggiungerlo in meno di un minuto di corsa, e poi sparire tra la vegetazione, con l’aiuto di un buon incantesimo.
– Caro Symion, mi ha fatto molto piacere conoscerti. Credo che sia meglio che me ne vada. Non amo molto le manifestazioni di gratitudine. Sai com’è, mi mettono a disagio… – Il ragazzo lo guardò perplesso, ma lo stupore gli passò in fretta, come se avesse capito tutto.
– Beh, grazie mille. Spero di poterla rivedere, un giorno.
– Certo ragazzo. Porta i miei saluti alla regina, e fai attenzione. Potrei non esserci la prossima volta che ti cacci nei guai. – Poi si calzò meglio il cappello in testa e prese a correre per il campo di viti. Non ebbe bisogno di voltarsi per sapere che i quattro cavalieri erano scattati al galoppo. Raggiunse il boschetto e si fermò un attimo per riprendere fiato. Riuscì nella distanza ad intravedere una certa agitazione intorno alla portantina della regina. Numeon sorrise, poi guardò in direzione dei cavalieri. Stavano per raggiungere il ragazzo. Troppo lenti…
Il mago iniziò a risalire la collina attraverso un sentiero. Pronunciò un incantesimo che lo nascose anche alla vista degli animali del bosco. La promessa era stata mantenuta, ma lui e la regina non erano pari. Lei gli doveva ancora molte spiegazioni.

Continua…

GM Willo – Altri Lavori

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

Advertisements

2 risposte a “EROE PER SCOMMESSA: Seconda Parte

  1. Pingback: EROE PER SCOMMESSA: Prima Parte « RIVOLUZIONE CREATIVA·

  2. Pingback: EROE PER SCOMMESSA: Terza Parte « RIVOLUZIONE CREATIVA·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...