AL DIO DI OSSA FRAGILI

(Stelarc)

La paura smemora, più di una droga;
è desolante, come il fiore del deserto,
potente, ma meno dell’amore.

La paura rassicura: abbraccio,
di una madre che si scioglie in sabbia,
e si fa memoria di paura.

La paura è la cartilagine che ricopre le giornate,
muove sogni di bellezza,
e li spezza ladramente.

La PAURA…,
Ma no! Non aver paura.
E’ passato.

Dario De Giacomo – Altri Lavori

Leggi anche: Il Ballo di Dionisio di Valentino Vannozzi


Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

Annunci

Una risposta a “AL DIO DI OSSA FRAGILI

  1. Pingback: LETTURE CON I CALZINI SPAIATI « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...