IL TERRORE NON AVRÀ FINE – XXVI

Leggi dall’inizio!

“ALTRE MOSSE”

(Da qualche parte…)

Il nuovo rifugio era più decentrato rispetto al precedente, dall’esterno proveniva soltanto il fischio del vento bollente dal deserto: non c’era aria condizionata ma per fortuna enormi pale giravano appese al soffitto muovendo un po’ l’aria.
L’uomo meditava in ginocchio sul pavimento, le ultime informazioni erano piuttosto contraddittorie: da un lato il piano procedeva alla perfezione, tuttavia il fatto che lo sbirro americano fosse riuscito a risalire a certe informazioni non gli piaceva per nulla. Era arrivato il momento di studiare altre mosse, probabilmente era giunta l’ora di dire ai suoi uomini giù a Los Angeles di colpire Jack, colpirlo il più duramente possibile… Forse era anche possibile riuscire a beccare due piccioni con una fava dato che l’italiano stava andando laggiù… meglio così, non ci sarebbe stato bisogno di scomodare la “cellula dormiente” a Firenze.
Aveva in mente di fare le cose in grande e certamente non potevano essere due stronzi a mettergli i bastoni fra le ruote, non lo avrebbe permesso dopo tutta la fatica che aveva fatto per arrivare a quel punto! Si trattava soltanto di studiare un piano, una trappola da tendere a quegli sbirri ficcanaso e per la verità qualcosa in mente lo aveva già… aprì il laptop che teneva accanto sul pavimento, ripristinò la sessione di lavoro interrotta per riflettere e guardò nuovamente l’immagine… un bel bambino biondo ripreso mentre giocava felice al parco… un uomo stava lanciandogli un pallone da football… un uomo tozzo, massiccio, un mastino… il padre del bambino… Jack Manganelli!
Criptò la foto e la spedì al suo uomo nella Città degli Angeli… quel bambino sarebbe stato un’ottima esca… davvero ottima!
Aprì la seconda immagine, mostrava un ragazzo di una quarantina d’anni, magro, piuttosto alto intento ad imbarcarsi su un aereo… lo sbirro italiano! Criptò anche quella e la spedì con “tanti” saluti.
Se conosceva bene i suoi uomini, le persone riprese in quelle foto, compreso il bambino, sarebbero stati cadaveri entro una settimana, forse anche meno. A quel pensiero si compiacque di essere riuscito a creare un organizzazione così efficiente e soprattutto così capillare… e non era quello che sembrava!

Continua a leggere…

Massimo Mangani – Altri Lavori

Foto di http://www.flickr.com/photos/reckless_sniper/

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Annunci

Una risposta a “IL TERRORE NON AVRÀ FINE – XXVI

  1. Pingback: IL TERRORE NON AVRÀ FINE – XXV « RIVOLUZIONE CREATIVA·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...