ACUSIA

Che silenzio
Che pace.
Immerso nei miei pensieri
È come se fossi colpito da acusia .
Non mi succede spesso
Anzi molto raramente
Ma quando avviene
È per me vivere completamente
È rallentare gli istanti che si susseguono
Fino a farli sembrare solo uno
Ma così intensamente lungo
E pregno di emozioni e sensazioni
Da astrarmi del tutto dal tempo.
Visioni diverse
Si immergono nei miei occhi chiusi
E nella pace e nel silenzio
Riflettono alla memoria
Codici invisibili
Che aprono porte erroneamente
Date per dimenticate
E questo aprirsi
Scopre gioie e dolori del passato
E desiderio monocorde di gioie future.
Brama di purezza attinta dal cuore
Subitamente versata nell’anima
Mi corrobora a tal punto
Da sperare che questo momento
Non passi più
Anzi
Che sia così anche la morte.

Assolo di Viola – Altri Lavori

Imagine di: http://www.flickr.com/photos/jirisebek/

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Annunci

Una risposta a “ACUSIA

  1. Pingback: LETTURE SULLA PANCHINA DEL PARCO « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...