ALLE TRE DI NOTTE

Ci sono parole che non si possono pronunciare
solo pensieri fragili
riflessi in uno specchio alle tre di notte
l’occhio osserva l’oscurità nella gola serrata
sulle labbra un sapore amaro
per quella verità accennata che corrode

sento la mia unità disunita
unita ad un’altra conosciuta
ora sconosciuta

nient’altro che un assordante rumore
fatto di silenzio
e palpebre mute
mentre l’acqua sale come marea
a bagnare i ricordi alla radice della vita
umidità che sgretola anche le mani

e quel volto si discioglie
tra sentieri di pietra
ora ignoti e lontani.

Morgendurf – Altri Lavori

Foto di Willoclick

Annunci

Una risposta a “ALLE TRE DI NOTTE

  1. Pingback: LETTURE COL CIUFFO « I Silenti·

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...